La vignarola piatto tradizionale del Lazio

La vignarola piatto tradizionale del Lazio è preparato con un misto di verdure fresche che vengono cotte in padella. Le verdure usate sono quelle primaverili  come le fave fresche, i pisellini novelli, i carciofi romaneschi, le patate novelle, l’aglio fresco, gli asparagi selvatici e per chi vuole osare con sapori nuovi ed inediti, si possono aggiungere i fichi acerbi e il tallo dell’aglio*.

Il nome del piatto Vignarola probabilmente nasce dal fatto che tutti gli ingredienti venivano coltivati nella vigna tra un filare e l’altro.

Ingredienti:

2 carciofi romaneschi puliti  e tagliati in 4 parti

500 gr pisellini freschi

500 gr fave fresche

300 gr asparagi selvatici tagliati a pezzetti

1 cespo di lattuga romana tagliata a strisce

5-6 fichi selvatici tagliati apezzi

2 cipollotti freschi

alcuni talli di aglio

olio extra vergine d’oliva

50 gr pancetta di maiale fresca tagliata a cubetti

sale e pepe

Far appassire i cipollotti nell’olio d’oliva insieme alla pancetta tagliata a cubetti, aggiungere i carciofi, i piselli, i fichi, gli asparagi e mescolare.

Salare e pepare, coprire con il coperchio e lasciare cuocere a fuoco dolce per circa 20 minuti. Aggiungere la lattuga e i talli e continuare la cottura per altri 20 minuti senza scoperchiare la pentola.

Non bisogna aggiungere acqua perché le verdure devono cuocere con la loro acqua.

 

 

 

 

*Il  tallo dell’aglio è il germoglio verde, tenero e croccante che si  taglia perché il frutto sottostante possa continuare a crescere, e che da vita a piatti strepitosi e gustosi dei quali parleremo in seguito.