Liquore alla menta e liquirizia

In questo periodo la menta piperita è in piena vegetazione ed è molto profumata, quindi è perfetta per fare un liquore casalingo alla menta e liquirizia.

Mettete in un vaso di vetro abbastanza largo 50 grammi di radice di liquirizia spezzettandola grossolanamente

aggiungete 30 grammi di semi di anice stellato

infine aggiungete 15 foglie di menta piperita e la scorza di un limone tagliata a julienne.

Coprite il tutto con 1 litro di alcool a 90° , mescolate e chiudete ermeticamente. Riponete il barattolo in un luogo buio ed asciutto per 15 giorni.

Sciogliete 300 grammi di zucchero in 1 litro e mezzo di acqua, facendo attenzione a spegnere il fuoco non appena si formano le bollicine intorno al bordo della pentola.

Fate raffreddare lo sciroppo e nel frattempo filtrate il macerato alcoolico che aggiungerete allo sciroppo non appena si sarà freddato.

Imbottigliate il liquore e riponetelo al fresco ed al buio per 15 giorni.

Proprietà della menta piperita

I componenti principali della menta sono:

  •  olio essenziale ricco di mentolo e mentone
  • Enzimi (ossidasi e perossidasi).
  • Vitamina C
  • Acido fenolico e acido caffainico
  • Flavonoidi
  • Tannini

La menta piperita ha le seguenti proprietà terapeutiche:

  • Azione anestetica: sulle mucose e sulla pelle provoca un’iniziale vasocostrizione seguita successivamente da una vasodilatazione, in questo modo si ha un’azione anestetica locale. Questo può avvenire anche a livello gastrico, inducendo un’azione antiemetica.
  • Azione analgesica: l’estratto di menta è un’importante rimedio contro le cefalee e emicranie di tipo tensivo, con significativa riduzione del dolore. Applicata sulla fronte e sulle tempie, una soluzione di mentolo, allevia tutti i sintomi dell’emicrania come nausea, vomito e intolleranza alla luce e ai rumori.
  • Azione antisettica: la menta ha forti proprietà antisettiche, antiparassitiche e germicide grazie al suo contenuto di polifenoli.
  • Azione antilitica: alcuni studi hanno evidenziato una possibile capacità nella dissoluzione di calcoli nella cistifellea.
  • Azione decongestionante e balsamica: la menta ha un’azione rinfrescante, decongestionante e fluidificante delle secrezioni dell’apparato respiratorio, pertanto viene utilizzata per curare il raffreddore, la febbre e la tosse.
  • Azione cosmetica: in cosmesi la menta ha un’azione rinfrescante, tonica, e purificante.
  • Azione carminativa: la menta agisce rilassando lo sfintere esofageo, riducendo il volume dei gas intestinali.
  • Azione aromatica: la menta viene utilizzata in cucina e anche per la produzione di bevande, liquori e prodotti dolciari.
  • Azione depurativa: molto utile nei casi di alito cattivo.