Perché la scelta dell’orto sinergico

La scelta del metodo di coltivazione sinergica trova ragione nella capacità del terreno di mantenersi fertile grazie alla coabitazione di piante che collaborano con sinergia a sostenersi l’una con l’altra, aiutate dall’attività umana che non le traumatizza con attrezzature meccaniche, non utilizza pesticidi e concimi chimici. La scelta della coltivazione sinergica sostiene l’ impegno umano e l’uso di preparati biodinamici di origine naturale che vengono somministratici in momenti precisi grazie ad un calendario che tiene conto del clima, della tipologia del terreno, delle fasi lunari.
La microflora e la microfauna sono gli strumenti che, opportunamente sollecitati, provvedono ad accelerare la fertilizzazione del terreno creando un consistente e costante ‘HUMUS (struttura umica e colloidale scientificamente detta “GARE”)
Altra prerogativa del metodo sinergico è quello di svolgere un efficace ruolo di tutela della autoproduzione di semi e la salvaguardia delle specie antiche partecipando alla rete mondiale del seed saving.
Le produzioni sinergiche nel mondo sono in aumento, capeggiate ovunque da esperienze pluriennali condotte in ogni continente ove si è osservato che, dopo un iniziale periodo in cui il terreno ricostituisce un’idonea massa organica utile, i risultati raggiunti sono straordinari in termini di qualità e quantità di prodotti rispetto all’agricoltura convenzionale che al contrario utilizza enormi quantità di energia e di prodotti di sintesi.

Perche’ frequentare un bio orto-frutteto e un giardino dei semplici

In un periodo come quello attuale, durante il quale l’infanzia subisce una forte influenza dal forte e dilagante sviluppo delle tecnologie (telefonini, play station, videogiochi, computer, ecc), l’approccio dei bambini con la terra, è fondamentale per riproporre un contatto con una dimensione più sana e naturale.
In quest’ottica i benefici che i bambini possono trarre da tale esperienza sono molteplici.
Frequentare un bio orto frutteto e un giardino dei semplici a scopo didattico aiuta ad imparare e rispettare i ritmi della natura, a conoscere la stagionalità e la vocazione territoriale delle varietà ortofrutticole.
Aiuta a recuperare la memoria dei frutti perduti e a scoprire sapori antichi mai assaggiati.