STATUTO


Art. 1
Lo scopo principale dell’Associazione TUSCIA EVENTS è quello di ideazione, progettazione, realizzazione, promozione e diffusione di eventi culturali, ricreativi, artistici. La sede potrà essere trasferita con semplice delibera di assemblea. L’attività dei volontari non potrà essere retribuita in alcun modo, nemmeno dai beneficiari. Ai volontari potranno essere rimborsate soltanto le spese effettivamente sostenute per l’attività prestata entro i limiti che l’organizzazione fisserà annualmente. L’associazione è disciplinata dal presente statuto e dagli eventuali regolamenti che, approvati secondo le norme statutarie, si rendessero necessari per meglio regolamentare specifici rapporti associativi o attività. L’Associazione è costituita nel rispetto delle norme della Costituzione Italiana, del Codice Civile e della legislazione vigente.

Art. 2
La durata dell’Associazione è illimitata.

Art. 3
Altri scopi dell’Associazione sono, nel rispetto delle leggi vigenti, i seguenti:
essere un centro permanente di vita associativa che contribuisce a svolgere attività per il risparmio e il miglioramento della qualità della vita, con particolare attenzione alla cultura nel più ampio intendimento della parola;
attivare corsi di formazione e stage al fine di avvicinare i Soci e la gente di ogni età al mondo dello spettacolo, della cultura, dell’arte e degli eventi in generale;
realizzare mostre d’eccellenza visiva e di contenuti, l’organizzare eventi anche teatrali e musicali (offrendo opportunità e spazi a chi non ha possibilità di esprimere le proprie doti creative), creare di momenti di aggregazione artistica allo scopo di espressione e di promozione, la realizzazione di work shop e corsi su temi artistici.
coadiuvare la valorizzazione della coscienza umana e della ricerca interiore nell’esistenza quotidiana abbattendo le barriere create dall’Apartheid e del “diverso razziale” per uno sviluppo spirituale attraverso lo scambio culturale fra soci di tutto il mondo e non solo in senso materialistico di apporto di beni o servizi;
favorire lo svolgersi della vita associativa in un ambiente di sereno incontro per reciproci scambi di idee e conoscenze;
favorire contatti fra soci aventi specifici interessi sociali, culturali e professionali;
favorire la diffusione dei propri approfondimenti tematici ed attività a mezzo stampa, on-line ed in tutte le possibili forme visive, audiovisive ed elettroniche;
favorire la produzione di materiale didattico e di ricerca;
collaborare,negli ambiti culturali, ricreativi, artistici,con le scuole di ogni ordine e grado,  le Università, gli Enti Pubblici o Privati.

In diretta attuazione di tali scopi, l’Associazione svolge le seguenti attività:

apre sedi in Italia e all’estero per favorire l’occupazione e la crescita dei Soci;
organizza seminari di studio, ricerche, convegni con privati, enti ed istituzioni su temi di interesse generale e della categoria;
promuove accordi di carattere economico-sociale nell’interesse dei soci e loro familiari;
promuove la ricerca, la tutela e la gestione dei siti di interesse archeologico, monumentale, artistico e paesaggistico nel territorio mondiale, anche in collaborazione con tutti gli Enti ed Associazioni che perseguono lo stesso scopo stimolando lo scambio e la divulgazione di studi nel campo della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio storico-ambientale;
persegue attività tese alla valorizzazione e tutela dell’ambiente, come momento di formazione, di partecipazione attiva e spontanea, di crescita culturale ed umana, al fine di innalzare la cultura e la qualità della vita;
promuove e diffonde la cultura ecologica, anche tramite organizzazione di eventi ed iniziative rivolte alla tutela ed alla salvaguardia dell’ambiente;
promuove studi storici, corsi, conferenze, campi archeologici e qualsiasi manifestazione ed attività che possa contribuire a sviluppare e diffondere l’interesse per il patrimonio archeologico mondiale e in  particolare della TUSCIA formulando anche la progettazione per la salvaguardia dei siti archeologici mondiali e della TUSCIA, favorendo la formazione del personale necessario, anche in collaborazione con altre associazioni interessate;
consegue un maggiore interesse per i beni culturali, storici, artistici, archeologici ed ambientali di tutto il territorio mondiale ed in particolare della TUSCIA, con escursioni, conferenze, corsi di studio e mostre rivolte agli studenti ed agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, curando anche la partecipazione dei disabili e delle persone in condizioni economiche disagiate;
ha attenzione verso situazioni di bisogno presenti sul territorio e favorisce le iniziative di volontariato dei propri associati attraverso la realizzazione di progetti di promozione culturale rivolti a tutti i segmenti di età e fasce di popolazione;
intraprende iniziative di sensibilizzazione e solidarietà umana a favore di bambini, ragazzi, adulti e anziani che vivono una situazione di disagio sociale con particolare attenzione a tutte le persone svantaggiate in genere e/o con handicap compresi extracomunitari ed immigrati;
stabilisce rapporti personali capaci di educare e far crescere i cittadini in situazioni dì particolare disagio soggettivo e sociale;
si avvale, per il perseguimento delle sue finalità, anche della collaborazione di studiosi, tecnici, ricercatori esterni, curando la pubblicazione di materiali stampati o su altri supporti per lo studio e la ricerca di cui ai punti precedenti;
si avvale di ogni strumento utile al raggiungimento degli scopi sociali ed in particolare della collaborazione con gli Enti locali, anche attraverso la stipula di apposite convenzioni, della partecipazione ad altre associazioni, società o Enti aventi scopi analoghi o connessi ai propri e potrà inoltre svolgere qualsiasi altra attività culturale o ricreativa e compiere qualsiasi operazione economica o finanziaria, mobiliare o immobiliare, per il migliore raggiungimento dei propri fini;
potrà, esclusivamente per scopo di autofinanziamento e senza fine di lucro, esercitare le attività marginali previste dalla legislazione vigente;
promuove lo sviluppo e la tutela dell’assistenza sociale a favore degli operatori del settore del volontariato e della solidarietà;
promuove iniziative editoriali, tradizionali e on-line, in ottemperanza agli obiettivi generali anche aprendo sale cinematografiche e arene, radio e televisioni web, scuole ed istituti di ricerca;
costituisce strutture organizzative idonee a compiere operazioni inerenti lo scopo sociale dell’Associazione;
gestisce centri di relax, di benessere e più in generale di accoglienza ivi compresi B&B, agriturismi, alberghi, campeggi e quant’altro utile per la ricettività;
individua i bisogni degli associati nella gestione del proprio intervento volontario, nella relazione con il mercato e con l’ambiente nel quale opera al fine di favorirne lo sviluppo e la divulgazione;
promuove l’istituzione di sedi di rappresentanza all’estero;
ricerca fondi da utilizzare per lo sviluppo della propria “mission” nelle opportune sedi Europee, Nazionali, Regionali, Provinciali, Comunali, locali e anche da privati e imprese;
diffonde la passione del fare impresa e promuove la cultura dell’intraprendere;
stimola i giovani a creare il proprio futuro realizzando progetti d’impresaaccogliendo anche le istanze delle startup e delle giovani imprese rendendosi portavoce dei loro bisogni e interessi di fronte al governo e facendo conoscere, e valorizzare, le giovani iniziative imprenditoriali;
avvicina il mondo delle startup a quello della grande impresa italiana creando anche un ambiente favorevole all’innovazione e alle stesse startup;
organizza e diffonde manifestazioni e spettacoli, concorsi e conferenze, convegni e dibattiti, meeting, mini eventi e scambi artistici nazionali ed internazionali, intesi come momento di valorizzazione, interscambio e arricchimento della sfera culturale e artistica;
partecipa come associazione a manifestazioni e spettacoli, concorsi e conferenze, convegni e dibattiti, scambi artistici nazionali ed internazionali, intesi come momento di valorizzazione, interscambio e arricchimento della sfera culturale e artistica;
organizza e gestisce centri e corsi di formazione riferibili a qualsiasi disciplina che possano favorire il conseguimento dell’oggetto sociale;
opera per la crescita del turismo storico culturale, eco-sostenibile ed eno-gastronomico anche attraverso la promozione di prodotti tipici dell’artigianato e della gastronomia locali;
opera nel settore del volontariato in base a quanto previsto dalla Legge n.266/1991;
pubblica giornali, periodici o libri stampati o telematici;
realizza la grafica e la stampa di volantini, brochure, manifesti, cartelloni etc utili alla promozione e diffusione delle attività previste dall’Associazione e dei suoi Soci;
crea e gestisce uno o più siti web per diffondere la propria attività ad una porzione maggiore della collettività;
promuove campagne pubblicitarie per la ricerca di nuovi soci;
crea siti web, loghi e campagne web marketing attraverso i social network per i propri soci
collabora con i mezzi mediatici;
accede, ove lo ritenga o sia necessario, a contributi volontari pubblici o privati fornendo tutte le garanzie che saranno richieste, al fine di raggiungere gli scopi sociali;
esercita, in via meramente marginale e senza scopo di lucro, attività di natura commerciale per autofinanziamento: in tal caso dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti;
promuove tutte le altre iniziative che siano ritenute idonee al raggiungimento dello scopo sociale;
favorisce la promozione di manifestazioni ed attività che valorizzino la cultura sportiva e la salute del corpo, nonché l’attività di turismo sociale in collaborazione con enti pubblici e privati, organizzazioni del territorio, in particolare promuove esperienze formative nell’ambito del turismo scolastico della terza età e non solo;
esercita ogni altra funzione e mandato che siano ad essa conferiti da: legge, regolamento, disposizione o deliberazione dei propri organi dirigenti.

Art. 4
All’Associazione possono partecipare tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali: soci ordinari, sono persone o enti che si impegnano a pagare, per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale stabilita dal Consiglio direttivo; soci onorari: sono persone, enti o istituzioni che abbiano contribuito in maniera determinante, con la loro opera od il loro sostegno ideale ovvero economico alla costituzione dell’Associazione e sono esonerati dal versamento di quote annuali. Tra questi rientrano di diritto i soci fondatori. Il contributo associativo non è trasmissibile e non è soggetto a rivalutazione.

SOCI

Art. 5
Possono far parte dell’associazione, in numero illimitato, tutti coloro che si riconoscono nello Statuto ed intendono collaborare per il raggiungimento dello scopo sociale. Possono chiedere di essere ammessi come soci sia le persone fisiche sia le persone giuridiche, sia le associazioni di fatto, mediante inoltro di domanda scritta sulla quale decide senza obbligo di motivazione il Consiglio Direttivo. I soci sono obbligati a versare la quota associativa, che sarà stabilita di anno in anno dall’assemblea. L’iscrizione a socio vale per l’anno solare in cui essa è avvenuta e la quota deve essere versata entro il termine stabilito nel regolamento. I soci possono essere:
a) Soci Fondatori: sono soci fondatori le persone fisiche o giuridiche che hanno firmato l’atto costitutivo e quelli che successivamente e con deliberazione insindacabile ed inappellabile del comitato direttivo saranno ammessi con tale qualifica in relazione alla loro fattiva opera nel ambiente associativo.
b)  Soci Ordinari: sono coloro i quali previa domanda di ammissione, e relativa accettazione dal parte del Consiglio Direttivo, entrano a far parte dell’Associazione.

Art. 6
Gli associati sono tenuti ad osservare le disposizioni statutarie e regolamentari, nonché le direttive e le deliberazioni che nell’ambito delle disposizioni medesime sono emanate dagli organi dell’associazione.

Art. 7
La qualità di socio si perde:
– per decesso; per mancato pagamento della quota sociale: la decadenza avviene su decisione del Consiglio Direttivo trascorsi sei mesi dal mancato versamento della quota sociale annuale; per dimissioni: ogni socio può recedere dall’associazione in qualsiasi momento dandone comunicazione scritta al Consiglio Direttivo e tale recesso avrà decorrenza immediata restando fermo l’obbligo per il pagamento della quota sociale per l’anno in corso; per espulsione: il Consiglio Direttivo delibera l’espulsione, previa contestazione degli addebiti e sentito il socio interessato, se possibile e richiesto dallo stesso, per atti compiuti in contrasto a quanto previsto dal presente statuto o qualora siano intervenuti gravi motivi che rendano incompatibile la prosecuzione del rapporto associativo. Gli associati che abbiano, comunque cessato di appartenere all’associazione non possono richiedere i contributi versati e non hanno alcun diritto sul patrimonio dell’associazione stessa. I soci prestano la loro opera gratuitamente in favore dell’organizzazione e non possono stipulare con essa alcun tipo di lavoro dipendente o autonomo.

Art. 8
L’ammissione dei soci ordinari è libera ed avviene contestualmente al versamento della quota associativa.

Art. 9
Tutti i soci sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto e l’eventuale regolamento interno, secondo le deliberazioni assunte dagli organi preposti. In caso di comportamento difforme e/o di gravi motivi di indegnità, il Consiglio direttivo dovrà intervenire ed applicare le seguenti sanzioni: richiamo, sospensione, espulsione dall’Associazione. Ogni socio è autorizzato a svolgere attività di promozione dell’Associazione in nome e per conto di essa utilizzando a tal fini marchi, logo, e altro di appartenente all’Associazione stessa e sarà comunque diretto responsabile per le eventuali violazioni delle Leggi in materia e norme specifiche e di carattere generale di comportamento della persona ivi compreso l’uso improprio o per fini personali rispondendone  personalmente in sede civile e penale.

Art. 10
Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto, per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione. Il diritto di voto non può essere escluso neppure in caso di partecipazione temporanea alla vita associativa. Qualora il socio non rinnovi annualmente la propria iscrizione versando la quota associativa, decade automaticamente da socio.

Art. 11
Le risorse economiche dell’Associazione sono costituite da: contributi e quote associative; donazioni e lasciti; attività di carattere commerciale inerenti la “mission” e gli scopi sociali; ogni altro tipo di entrate, purché di natura lecita. I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote associative annuali, stabilite dal Consiglio Direttivo, e da eventuali contributi straordinari stabiliti dall’assemblea, che ne determina l’ammontare. Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dall’assemblea, che delibera sull’utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statutarie dell’Associazione. É vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art. 12
L’esercizio finanziario inizia l’1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio direttivo deve redigere il bilancio consuntivo (rendiconto della gestione), che deve essere approvato dall’Assemblea ordinaria ogni anno, entro il mese di giugno. Deve altresì redigere il bilancio preventivo, che deve sempre essere approvato dall’Assemblea ogni anno, entro il mese di dicembre. Essi devono essere depositati presso la sede dell’Associazione entro i 15 (quindici) giorni precedenti la seduta per poter essere consultati da ogni associato. Il primo esercizio si chiuderà al 31/12/2015.

Art. 13
Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo; il Presidente; il Collegio dei revisori.

Art. 14
L’Assemblea dei Soci è il momento fondamentale di confronto e di partecipazione, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione, ed è composta da tutti i soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota. Essa è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria ed in via straordinaria quando sia richiesta da almeno un terzo degli associati. In prima convocazione l’Assemblea ordinaria e straordinaria sono valide se è presente la maggioranza dei soci e deliberano validamente con la maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei presenti; in seconda convocazione sono valide anche se non è presente la maggioranza dei soci, ma deliberano sempre con la maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei presenti. La convocazione è effettuata con avviso pubblico affisso all’albo della sede almeno 15 (quindici) giorni prima della data dell’assemblea e mediante la pubblicazionedella convocazionesul sito dell’Associazione. Non è consentito il voto per delega.

Art. 15
L’assemblea ordinaria ha i seguenti compiti: stabilisce le linee di strategia politica, di programma e di indirizzo, individuandone gli obiettivi in relazione alle esigenze ed agli interessi perseguiti; elegge il Consiglio direttivo e il Collegio dei revisori; approva il bilancio consuntivo; approva il bilancio preventivo; approva i regolamenti interni. L’assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione. All’apertura di ogni seduta l’assemblea elegge un presidente ed un segretario, che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

Art. 16
Il Consiglio Direttivo è composto da almeno tre membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti ed è validamente costituito quando sono presenti almeno due membri. I membri del Consiglio Direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e durano in carica fino a revoca o dimissioni. Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall’Assemblea con la maggioranza di 2/3 (due terzi) dei soci.

Art. 17
Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione ed è formato, oltre che dal Presidente, da un Vice Presidente e da un tesoriere, eletti, con le funzioni specifiche, dall’assemblea ordinaria. Esso è convocato: dal Presidente; da almeno due componenti; da richiesta motivata e scritta di almeno il 33,33% (trentatré virgola trentatré per cento) dei soci. Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono: dare esecuzione e operatività agli indirizzi programmatici assembleari; predisporre gli atti da sottoporre all’assemblea; formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione; elaborare il bilancio consuntivo e preventivo, che devono contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno; stabilire gli importi delle quote annuali dei soci. Di ogni riunione deve essere redatto verbale da affiggere all’albo dell’Associazione.

Art. 18
Il Presidente dell’Associazione dura in carica fino a revoca o dimissioni ed è il legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione. Può conferire ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consiglio direttivo.

Art. 19
L’Assemblea può deliberare il conferimento della Presidenza onoraria dell’Associazione a chi abbia acquisito meriti di particolare rilievo per la valorizzazione del mondo dell’estetica e dell’immagine e che per almeno sei anni abbia ricoperto la carica di Presidente o di Vice Presidente. Il Presidente onorario ha il diritto a partecipare ai lavori dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo.

Art. 20
Il Collegio dei revisori è composto da tre soci eletti dall’Assemblea al di fuori dei componenti del Consiglio direttivo. Il Collegio dei revisori ha il compito di controllare la regolarità contabile della gestione economica e finanziaria dell’Associazione, in particolare del bilancio.

Art. 21
Il patrimonio residuo dell’ente in seguito a scioglimento deve essere devoluto ad associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità. Lo scioglimento dell’Associazione può essere deliberato esclusivamente dall’Assemblea in seduta plenaria, appositamente convocata dal Consiglio Direttivo, con un numero di voti favorevoli non inferiore ai tre quarti dei presenti.

Art. 22
Tutte le cariche elettive sono gratuite e durano in carica fino a revoca o dimissioni. Ai soci compete, se richiesto, solo il rimborso delle spese vive regolarmente documentate.

Art. 23
I Soci fondatori all’unanimità scelgono quale logo da abbinare alla denominazione “TUSCIA EVENTS” dichiarando essere di propria creazione e quindi coperto da copyright, il seguente:

Art. 24
Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.

Art. 25
Per le eventuali controversie interne fra i soci verrà nominato di volta in volta un collegio di 3 persone aventi funzione di mediazione. La decisione è inappellabile.

Letto approvato e sottoscritto.

Viterbo,

Stefania Capati
Manuel Giraldo
Vanessa Giraldo

Si allegano i documenti di riconoscimenti dei soci fondatori.
Firmato sull’originale depositato.

Scarica qui lo statuto in .pdf

Torna all’inizio della pagina