Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Essi consentono, inoltre, di offrire pubblicità su misura e collegamenti ai social network. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

La vignarola piatto tradizionale del Lazio è preparato con un misto di verdure fresche che vengono cotte in padella.

Le verdure usate sono quelle primaverili  come le fave freschei pisellini novellii carciofi romaneschi, le patate novelle, l’aglio fresco, gli asparagi selvatici e per chi vuole osare con sapori nuovi ed inediti, si possono aggiungere i fichi acerbi e il tallo dell’aglio*.

Il nome del piatto Vignarola probabilmente nasce dal fatto che tutti gli ingredienti venivano coltivati nella vigna tra un filare e l’altro.

Ingredienti:

2 carciofi romaneschi puliti  e tagliati in 4 parti

500 gr pisellini freschi

500 gr fave fresche

300 gr asparagi selvatici tagliati a pezzetti

1 cespo di lattuga romana tagliata a strisce

5-6 fichi selvatici tagliati apezzi

2 cipollotti freschi

alcuni talli di aglio

olio extra vergine d’oliva

50 gr pancetta di maiale fresca tagliata a cubetti

sale e pepe

Far appassire i cipollotti nell’olio d’oliva insieme alla pancetta tagliata a cubetti, aggiungere i carciofi, i piselli, i fichi, gli asparagi e mescolare.

Salare e pepare, coprire con il coperchio e lasciare cuocere a fuoco dolce per circa 20 minuti. Aggiungere la lattuga e i talli e continuare la cottura per altri 20 minuti senza scoperchiare la pentola.

Non bisogna aggiungere acqua perché le verdure devono cuocere con la loro acqua.

*Il  tallo dell’aglio è il germoglio verde, tenero e croccante che si  taglia perché il frutto sottostante possa continuare a crescere, e che da vita a piatti strepitosi e gustosi dei quali parleremo in seguito.